Pomodorini Piccadilly essiccati

Saporitissimi e gustosi, aggiungono carattere e colore ai tuoi piatti.
Si usano per strutturare sughi, 
colorare e insaporire 
una salsa bianca di tofu o una
formaggetta di mandorle ...
e poi è fatto da te,
cosa può esserci di migliore?

Occorrente

  • 500 g. di Pomodorini Piccadilly freschissimi

Procedimento

  • Lava accuratamente sotto acqua corrente fredda e asciuga bene con carta assorbente.

  • Taglia ogni pomodorino nella sua metà longitudinale e, con l'uso di un cucchiaino, togli tutti i semini.

  • Sistemali sulle griglie dell'essiccatore distanziandoli tra loro con la polpa verso l'alto.

  • Imposta la temperatura a 70° ed il timer a 12 ore.

  • Controlla l'essiccazione ogni tanto e se trovi dei pomodorini già ben disidratati, toglili, lasciali raffreddare ed infine sistemali in un vaso di vetro Segui questo step fino a sistemarli tutti. Si conservano parecchi mesi purché in un luogo fresco e asciutto.

Pomodorini sull'Essiccatore
Pomodorini Piccadilly durante l'essiccazione

Come avrai notato, il mio essiccatore è un Klarstein Bananarama col quale mi trovo molto bene. Ha 6 piani impilabili trasparenti, la regolazione della temperatura da un minimo di 40° a 70° ed il timer. I ripiani si possono lavare in lavastoviglie e può essere poi riposto nel mobile in cucina dopo ogni utilizzo data la sua dimensione che è 29,5 x 22,5 x 43,5.

Gli articoli che vedi in banner contengono link di affiliazione e "Cucinare con Amore" ottiene una piccola percentuale dai ricavi ottenuti sulle vendite dei prodotti: in ogni caso, se clicchi sui prodotti e li acquisti non ci sarà alcun ricarico sul prezzo ma avrai contribuito indirettamente alla realizzazione del mio sito e per questo ti ringrazio! 

Ti è piaciuta questa ricetta? Aiutami a far conoscere la cucina  etica, condividila sul tuo profilo social!  

Su MACROLIBRARSI,

inserisci il CODICE 6071 AL PUNTO 4 durante i passaggi dell'ordine contribuirai indirettamente a sostenere il mio sito.

Grazie